Progetti e idee

Immigrazione

Via Roma non sarà più una zona franca. Intendo contrappormi fermamente al fenomeno dell’immigrazione irregolare e diffondere la consapevolezza che non esiste la possibilità di vivere ai margini o sulle spalle della nostra società. Nessuno potrà più dire che non sa in quali reati incorre dando ospitalità od alloggio ad immigrati illegali, anche la polizia locale sarà potenziata per allontanare coloro che non sono in possesso del regolare permesso di soggiorno. Emetterò una ordinanza affinché siano identificati ed allontanati questuanti e venditori abusivi, soprattutto negli spazi antistanti i semafori ed aree di parcheggi.

Famiglia

Voglio istituire un contributo economico ai nuovi nati, figli di cittadini italiani che risiedono nel comune da un certo numero di anni.
E’ fondamentale anche regolamentare l’accesso all’edilizia pubblica rivedendone i parametri e privilegiando i nuclei familiari con anzianità di residenza nel comune

Bambini

Chi ha figli lo sa quanti problemi ci si trova ad affrontare nell’adolescenza. È per questo che intendo  introdurre l’educatore di territorio, una figura professionale specializzata, che può divenire un primo referente per i ragazzi e le loro famiglie per affrontare le frequenti problematiche legate alla crescita della persona, all’apprendimento, al rischio di abbandono scolastico e alla socializzazione degli adolescenti. Questo servizio può rappresentare un importante filtro verso eventuali servizi specialistici.

Gli ultimi

I disabili sono spesso dimenticati quando si parla di vita indipendente. Lo testimoniano le ancora troppe barriere fisiche, ma, purtroppo  anche mentali, presenti nella nostra città.  La mia priorità è differenziare progettualità e sostegni, soprattutto nei confronti dei soggetti disabili in stato di gravità, valorizzando al massimo (e qui veramente voglio andare al massimo) le famiglie che li hanno in cura. L’obiettivo principale è di migliorare la qualità di vita di tutti i disabili, tanto da poter favorire, ogniqualvolta possibile, la vita indipendente e la piena partecipazione alla società.
Intendo portare avanti il finanziamento di progetti, a vario livello, miranti alla formazione e all’integrazione dei soggetti disabili, nell’ottica dello sviluppo di ogni potenzialità per la vita indipendente, con specifico riferimento ad appartamenti di edilizia pubblica accessibile e con implementazione di progetti di vivibilità della casa per persone in stato di gravità , accanto a questo, il potenziamento degli interventi di assistenza domiciliare integrata.

Città

Ritengo che una città più bella e più sicura, con maggiori spazi verdi fruibili da tutti e con adeguate e moderne strutture pubbliche, diventa anche una città più viva e  va a vantaggio non solo dei residenti ma anche dello stesso mercato edilizio. Non si può più pensare alle trasformazioni urbanistiche solo in termini di aumento degli indici di edificabilità: questo sistema distorto della trasformazione, ci ha lasciato in eredità paesi e città invivibili e tristi, con servizi carenti e diminuzione progressiva della qualità ambientale.

Case popolari

Sostengo una politica della casa che sia a favore dei cittadini residenti. In modo particolare il nostro impegno è volto ad agevolare nell’offerta di alloggi le giovani coppie, gli anziani e le categorie sociali più deboli e svantaggiate come le famiglie con disabili. Per quanto riguarda gli alloggi, crediamo sia necessario favorire i cittadini residenti nell’assegnazione di alloggi pubblici o convenzionati.

Domani

Il comune deve fare molto per insegnare ai nostri figli a stare uniti, a chiedere non cosa gli altri i o stato possono fare per te ma cosa tu e solo tu puoi dare alla comunità . Abbiamo vissuto una stagione di diritti anche strani che lasciano pero
Gli uomini soli ed arrabbiati. Educheremo al senso del bene comune parlando loro dei doveri, un passo avanti verso  bene comune e verso gli altri. Il dovere di rispettate la legge, di servire la patria, di voler bene a  se stessi e agli altri, il dovere di lavorare.

Identità

insegneremo la storia della nostra città , dei  grandi uomini. Ascolteremo le pietre di Piacenza dei suoi grandi monumenti e le sue storie, riscoprendo il dialetto: la lingua degli affetti...

JoomShaper